Come fare per raggiungere i tuoi obiettivi

Raggiungere i tuoi obiettivi

Come fare per raggiungere i tuoi Obiettivi

 

Cassetta degli attrezzi per raggiungere i tuoi obiettivi

Comincia con questo articolo, un percorso strutturato che offre una “cassetta degli attrezzi” utili al raggiungimento dei tuoi obiettivi, qualsiasi  sia la loro natura con l’aiuto di strumenti efficaci e collaudati nel corso degli anni  (il coaching).

 

Non esiste vento favorevole, per il marinaio che non sa dove andare.

Seneca

 

Bivio
Foto di Gerd Altmann da Pixabay

 

1° attrezzo: Conosci te stesso

Prima ancora di capire dove si vuole arrivare, sviluppando un percorso che ti porti al conseguimento dell’obiettivo desiderato, è bene capire quali sono le tue peculiarità, e da li partire per acquisire delle caratteristiche di efficacia, per il raggiungimento del target prefissato.

 

Due caratteristiche

Raggiungere gli obiettivi

Ti prego di vagliare con l’aiuto di questo specchietto, e “con onestà” verso te stessa\o, come agisci quando sei sotto pressione (vita, lavoro, società) e collocati nella sezione A-E o B-I (non preoccuparti, non devi dirlo a nessuno), ed a breve ti darò una spiegazione che non è cosi scontata come si può essere portati a pensare.

 

Luogo di controllo

Definito dagli psicoterapeuti, con il termine latino “Locus of Control”, riferito alle credenze che una persona ha circa il controllo sugli eventi della propria vita e la propria capacità di controllarli.

Come avrai notato dallo schema esposto poche righe più su, esistono due tipi di credenze:

  • LoC esterno: lato sinistro dello schema A-E
  • LoC interno: lato destro dello schema B-I

Il primo (LoC esterno) è presente in persone che tendono ad essere passive e fataliste negli eventi della vita; imputando gioie e dolori, alla fortuna/sfortuna, o all’influenza ricevuta da altre persone.

Negatività legate a queste credenze interne:

Passività verso gli eventi della vita, sono le classiche persone che danno la colpa a  chiunque per i propri errori, (persone, enti superiori, etc.).

La passività, e la tendenza a delegare le proprie responsabilità, rendono poco propensi questo tipo di individui a raggiungere gli obiettivi prefissati.

Genera un circolo vizioso di abbandono (delle attività intraprese) e disorganizzazione; con un vissuto personale, permeato da senso di vittimismo ed impotenza che sfocia in un’auto-sconfitta.

circolo raggiungere i tuoi obettivi
Copyright tuapresenzaonline.it

Se ti ritrovi in questa tipologia, non disperare, è normale e diffusa; a breve vedremo come cambiare questa  condizione per raggiungere i tuoi obiettivi.

Come avrai cominciato ad intuire, raramente si trovano persone con una caratteristica estrema di una o l’altra credenza, ma possiamo piuttosto pensare ad esse come delle tendenze personali, non applicabili a tutte le situazioni della nostra vita.

Il secondo (LoC interno) è un atteggiamento presente in persone che di fronte alle difficoltà della della vita sono poco arrendevoli e determinate a raggiungere gli obiettivi prefissati; sentono di avere il controllo sugli eventi della loro vita, e tendono maggiorente (rispetto al primo tipo) a prendersi e responsabilità delle loro azioni.

Negatività legate a queste credenze interne: 

Possono portare, ad una eccessiva sicurezza su eventi che oggettivamente non possono essere controllate. E’ positivo attivarsi per risolvere le situazioni critiche della propria vita, ma bisogna avere il coraggio di accettare quello che non si può cambiare. Come tutte le cose, l’equilibrio (la via di mezzo) è sempre il modo migliore di approcciarsi alla vita.

Come già accennato qualche riga più sopra, si può tendere agli estremi, oppure vi si possono trovare situazioni intermedie; variabile in funzione alla personalità.

In una nuova situazione causa di stress, sia essa cercata (per raggiungere un obiettivo prefissato) o imposta,, dove si è costretti ad uscire dalla propria zona di comfort; un rinforzo degli atteggiamenti e comportamenti, inibisce, oppure sviluppa la possibilità di assumere una visione propositiva del mondo, basata su un Loc interno.

Quindi se mi sono ritrovato nel riquadro del LoC esterno, non ho speranze di raggiungere i miei obiettivi?

Assolutamente no, al contrario del circolo vizioso, iniziare a porsi obiettivi ambiziosi ed impegnativi,, oppure semplici e minimali, chiedendosi quali linee d’azione impostare per raggiungerli, costituisce un buon punto di partenza per il raggiungimento degli obiettivi personali.

Porsi piccoli obiettivi, per poi raggiungerli (un passo alla volta), è il punto di partenza per “creare” un LoC interno, atto al raggiungimento di ben più alti target.

Il raggiungimento dei target prefissati, richiede l’assunzione di un rapporto attivo verso il destino, con la piena assunzione delle nostre responsabilità, nei successi, come nei fallimenti (i fallimenti non esistono, sono solo gradini da superare, per arrivare alla agognata meta).

La saggezza popolare afferma: “sbagliando si impara” e questa è una verità inconfutabile; cominciamo ad allenarci a non mollare, ponendo un terreno fertile a creare in noi un Loc interno, per poi cominciare ad essere tenaci nel raggiungimento degli obiettivi desiderati.

in altri articoli, approfondiremo il concetto di auto efficacia e vedremo la definizione degli obiettivi  e come raggiungerli.

Avvertenza: quelle sopra esposte, sono pratiche e consigli per raggiungere i propri obiettivi, l’articolo si rivolge a persone con una sana costituzione fisica e psichica. se soffri di depressione, o di qualunque altro sintomo invalidante, questa pratica non ti sarà d’aiuto; rivolgiti dal medico di fiducia o ad uno psicoterapeuta, .

Qui trovi il secondo passo.

Condividilo!

Informazioni su Pasquale Grieco

Life e Business Coach; da sempre appassionato di informatica. Ho gestito una PMI per venti anni; pratico per lavoro Digital Mareting da dieci anni.

Rispondi

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi richiesti sono contrassegnati *